Archivi tag: consulenza informatica bergamo

2019 la fine di un’era l’inizio di una nuova dimensione economica

Valte Fiat vs Crypto

Quello che generalmente a tutti interessa capire è quello che avverrà nell’immediato futuro.

Sappiamo che il sistema economico attuale si muove su numeri insostenibili, basti vedere l’enorme divario che si è creato tra il mercato finanziario ed il mercato economico e l'esempio più ecclatante è Tesla.

Sappiamo benissimo che il debito pubblico ormai è insostenibile, la azioni intraprese dalla Federal Reserve negli ultimi 10-15 anni per sostenere il marcato hanno peggiorato la situazione creando ancora più sfiducia verso le banche centrali, BCE compresa. Un po' la popolazione si è anche resa conto del gioco sporco delle banche centrali, che sono banche private e non pubbliche e la maggior parte della popolazione non le stima più.

Da quanto è nata la federal reserve 1913 sono passati poco più di 100 anni, nei primi anni furono di grande sviluppo economico e vi furono molti pro a favore di una banca centrale privata, ma poi col passare del tempo si è scoperto l’operato fraudolento a favore dei poteri forti e a sfavore dei cittadini.

Perdita del potere di acquisto delle valute Fiat

 

Non possiamo negare che nonostante tutto questo, che il potere di acquisto del dollaro sia drasticamente calato di oltre 90% dalla sua nascita, negli ultimi 100 anni comunque le banche centrali hanno apportato tanti benefici e tutti abbiamo avuto una enorme crescita in ricchezza verso la popolazione e la qualità di vita è migliorata.

Questo sistema per tanti anni è servito, così com’è nonostante sia imperfetto ed a tratti fraudolento.

Ma oggi il sistema ha fato il suo corso, siamo nella fase ciclica finale di discesa, dove inevitabilmente vengono alla luce gli aspetti negativi in modo accentuato.

Noi stessi, in qualità di esseri umani, abbiamo zone di luce e zone di ombra, cosi anche il sistema, essendo fatto da umani, ha zone di luce e zone di ombra, momenti di luce e momenti di ombra. Tutto funziona cosi.

Ovviamente nella fase iniziale delle Banche centrali emergono gli aspetti positivi che sono serviti, ma oggi, nella loro fase finale emergono gli aspetti negativi, vedasi i recenti attacchi verso il mondo delle cripto che li sta spodestando dal loro monopolio sul denaro.

Ora bisogna fare una riflessione, l’intero assetto economico, le società e le aziende che sono nate nel tempo non sono altro che un derivato di quel pensiero economico guidato dalla mente umana. A suo tempo si era pensato che le banche centrali servissero al mondo per innescare i processi evolutivi e fu corretto.

Dalle ultime ricerche fatte buona parte del mondo oggi ha compreso che il sistema gestito dalle banche centrali ormai sia obsoleto e non sia più assertivo alla causa dell’evoluzione umana, questa piccola parte del mondo si è accorta che serve dell’altro, ma l’altro cosa potrebbe essere?

Blockchain technology

 

Dal mio punto di vista personale, ma non è solo un mio pensiero, è esattamente la Blockchain con la sua applicazione più nota, la criptovaluta.

Certo oggi ci sono più di 2.000 criptovalute sul mercato, ma se guardiamo la storia, vi sono episodi ciclici che si ripetono, cambia il vestito ma i contenuti sono gli stessi e la storia ci insegna che sul mercato rimarranno poche criptovalute, gli esperti indicano circa una ventina.

E’ molto difficile comprende quali saranno le criptovalute che sopravvivranno a questa cernita.

Possiamo fare una breve analisi, sicuramente quelle che hanno un progetto valido alle spalle, ma quelle che lo hanno sono anche le più combattute e quindi più resistono agli attacchi del sistema più diventano forti e solide.

È anche analizzare quali siano le dinamiche dominanti di diffusione, più sono diffuse, più vengono utilizzate più cresce il consenso condiviso e più cresce la fiducia negli utilizzatori che sono il vero valore di una criptovaluta, perché, come le valute FIAT, sono monete fiduciarie che devono il loro valore all’utilizzo ed al numero di transazioni effettuate, più persone le utilizzano per scambiarsi beni e servizi più il loro valore cresce stabilmente.

Stiamo vivendo in maniera silente la quarta rivoluzione industriale che radica il mondo digitale in ogni impianto produttivo. Molti consumatori hanno perso la fiducia nei brand perché, hanno perso la fiducia nel cibo, hanno perso la fiducia nei prodotti, la trasparenza e l’incorruttibilità della Blockchain serve anche a ridare fiducia nei brand ed in ciò che si acquista.

In un modo totalmente digitale dove le macchine sono interconnesse tra di loro e dialogano in maniera autonoma, non è difficile comprendere che il vecchio modello monetario basato sulle valute FIAT e sulle banche centrali sia ormai obsoleto. Ostacola lo sviluppo tecnologico ed industriale.

Oggi la tecnologia che guida il mondo e che detta le leggi “The cose is law” quindi prima o dopo il vecchio modello economico collasserà e quel 20% della popolazione che avrà già iniziato a vivere nel nuovo modo sarà la popolazione che trarrà maggior beneficio, ma non solo a livello individuale ma anche a livello imprenditoriale.

L’80% della popolazione vedrà un forte periodo di crisi e continuerà a vivere nel vecchio mondo fino a che risulterà inevitabile passare al nuovo, di certo avverrà con la generazione successiva che nascerà nel nuovo mondo.

Global recession New York times

Oggi ci sono tutti i dati che confermano che il processo è irreversibile, come ha affermato Yorke Rhodes direttore del programma Blockchain di Microsoft, la riduzione della domanda è visibile a tutti, nel mercato automobilistico europeo nel primo semestre 2019 -8,6%, scorte di magazzino in ogni settore alle stelle, le persone non acquistano, non spendono, per svariati motivi.

Dal report del primo semestre 2019 della federal reseve Americana, esce un dato allarmante che ci riguarda, scrive, il disequilibrio dei conti pubblici Italiani mettono a rischio la situazione finanziaria degli stati uniti, inoltre parlano degli effetti negativi della Brexit sui mercati globali, degli stress dovuti ai dazi con la Cina.

Ma il dato più allarmante che ha riportato la Federal Reserve a fine aprile è relativo all’indice di probabilità che nei prossimi mesi si presenti una crisi, bene tale indice è cresciuto al 40% un aumento rispetto ai mesi precedenti. Questo dato, secondo la federal server, indica che esiste una probabilità di recessione nel 2019 del 40%, loro stessi indicano che negli anni successivi, 2020, 2021, riportando che il boom arriverà nel 2021.

Ma sempre nel report del primo semestre 2019 scrive, il sistema economico finanziario è particolarmente debole e qualsiasi piccolo shock può rilevarsi fatale ed innescare un crollo improvviso di tutto il sistema economico.

Tutti gli economisti mondiali, sulla base dell’analisi dei dati reali, sono concordi sull’arrivo di questo grande periodo recessivo, che è già previsto nel 2021, ma come riporta la federal reserve il sistema è particolarmente debole quindi basta una piccola scintilla perché tutto crolli prima.

Ancora una volta analizziamo la storia, la storia ci insegna che ogni grande crisi economica mondiale si è innescata da una piccola scintilla, quindi un piccolo shock che ha portato il sistema al collasso in pochi giorni.

Quando affrontavo questi argomenti nel 2016, la maggior parte delle persone mi guardava in malo modo, come se fossi pazzo, perché era impossibile che tutto questo accadesse, non vi erano molti dati su cui poter fare analisi certe.

Ma oggi sono gli stessi regolatori che ci indicano che sta accadendo ed è inevitabile.

Gli stessi ricercatori del Fondo Monetario Internazionale fmi dicono che i beni crittografici e altre forme di moneta elettronica (per esempio Libra) potrebbero un giorno sostituire i contanti e rendere irrilevanti i depositi bancari tradizionali.
Il 20% della popolazione vivrà un periodo straordinario di enorme crescita, mentrel’80% vivrà un periodo veramente drammatico il peggiore dal 1901 ad oggi, come indica il financial times.

Cosi anche le aziende che avranno compreso la nuova dimensione economica avranno un periodo di crescita mai vista, le altre? Be non penso vi sia nulla da aggiungere, si autoescluderanno dai mercati.

Blockchain e la quarta rivoluzione industriale

Perché ho scritto questo articolo?

Perché il mio lavoro consiste in questo, aiutare le aziende ad entrare in questo nuovo mondo ed accompagnarle in questa nuova dimensione economica facendole cresce grazie all'innovazione tecnologica, il tempo è finito, il futuro è oggi e chi vuole sopravvivere si deve muovere ora.

Chronos trasforma qualunque orologio in uno smartwatch

chronos trasforma il tuo orologio in smartwhatchSiete interessati agli smartwatch ed ai dispositivi indossabili in generale ma non volete abbandonare l'orologio che avete attualmente al polso?

La soluzione potrebbe essere Chronos, sottile disco in acciaio inossidabile (resistente all'acqua) che può essere applicato sotto la cassa di un qualunque orologio di tipo tradizionale.
Una volta installato Chronos, questo permetterà di utilizzare tutta una serie di caratteristiche, fino ad oggi peculiarità esclusive degli smartwatch e di altri wearables.

Chronos integra accelerometro, motore di feedback aptico, notifiche LED e supporta il caricamento in modalità wireless.

Certo, il quadrante dell'orologio resta quello classico ma Chronos è capace di interagire con i dispositivi mobili usando Bluetooth 4.0 LE informando istantaneamente l'utente attraverso avvisi visivi e vibrazioni.
Grazie all'utilizzo delle gestures, movimenti con polso e braccio, sarà possibile controllare lo smartphone collegato a Chronos senza estrarlo dalla tasca.

Il disco di Chronos misura 33 millimetri di diametro ed è spesso meno di 3 millimetri.
Stando a quanto dichiarato, la batteria di Chronos dovrebbe avere un'autonomia pari a 36 ore.

Il dispositivo viene offerto in fase di preordine al prezzo di 99 dollari. Questo il sito ufficiale.

fonte: IlSoftware

Consulenza informatica

Consulenza IT brescia

Quale è il significato del termine "Consulenza Informatica"?

La consulenza informatica consiste nel ricercare la migliore soluzione per risolvere un problema o una esigenza dell'azienda, mediante l'utilizzo di mezzi tecnologici, compatibilmente con il budget aziendale.

Quindi la consulenza informatica può spaziare in varie branchie dell'informatica, dai server, ai personal computer, ai sistemi operativi, agli applicativi, alle reti, al web e le nuove frontiere del cloud computing. La consulenza informatica è anche consulenza software e sviluppo. Infatti la mia figura professionale è inquadrata come Sistemista programmatore, perchè solo chi ha entrambe queste competenza può comprendere appieno le dinamiche del software e della macchina dove viene installato ed eseguito il software. 

Le domande più comuni:

Come posso proteggere la mia azienda da infezioni da virus?

Esistono specifici sistemi di sicurezza che di base sono dei sistemi antivirus ma hanno molte più funzionalità ed hanno un grado di protezione molto elevato, ed al contrario di quanti pensano costano molto meno dei normali antivirus, dipende dal numero di postazioni.

Come posso mettere in sicurezza i dati aziendali?

I dati sono il patrimonio dell'azienda e vanno tutelati perchè cosi si tutela il futuro dell'azienda. Esistono diversi modi per mettere in sicurezza i dati, è necessario prima comprendere quali siano e dove siano memorizzati successivamente si attivano delle funzionalità che permettono di preservarne l'integrità anche a seguito di un guasto, incendio o furto.

Come posso gestire gli accessi al sistema informatico aziendale?

Le strutture Server permettono il controllo degli accessi ed alle risorse informatiche permettendo di configurare diversi livelli di accesso e funzionalità.

Come posso impedire la navigazione internet di alcuni siti?

I moderni sistemi di sicurezza che includono l'antivirus permettono già di gestire queste funzionalità. Anche molti modelli di router hanno la possibilità di configurare dei filtri per contenuto. In alternativa è possibili installare un firewall che gestisca questa funzionalità.

Tutte le domande più comuni che un imprenditore, un responsabile IT si pone per migliorare l'assetto informatico della propria azienda trovano risposta nell'ambito della consulenza informatia. Al giorno d'oggi nulla è impossibile, ma è necessario avere la giusta esperienza e la giusta competenza per soddisfare al meglio le esigenza di una azienda.

Come posso incrementare il fatturato della mia azienda ed il numero di clienti?

La consulenza informatica può cambiare radicalmente le sorte della tua azienda su due fronti:

  1. Ottimizzazione ed informatizzazione dei processi produttivi e di gestione
  2. Sfrutta il web per aumentare il parco clienti con tecniche all'avanguardia.

Al giorno d'oggi tutto è già stato inventato ed i processi produttivi e la gestione degli stessi può essere gestita da un sistema informatico al fine di avere sempre tutto sotto controllo, quindi la gestione del Timing e dell'evoluzine del processo produttivo inoltre è possibile ottimizzare l'integrazione tra diverse tipologie di macchine operative al fine di ottimizzare lo scambio di informazioni. Sono piccoli aspetti tecnologici che nel complesso migliorano il sito produttivo.

Il World Wild Web (internet) oramai è diventata la nostra finestra sul mondo, il mezzo pubblicitario per eccellenza, molte aziende perdono soldi e tempo in campagne pubblicitarie inefficaci come TV, giornali, riviste, ma anche nel web, ogni giorno vengono spesi inutilmente milioni di Euro, soldi che non portano nessun contatto, questo perchè molte aziende si affidano a Web Agenzy che gli realizzano un sito bellissimo, ma che è invisibile, altri perchè hanno un sito bello, visibile ma gli manca quel qualcosa che faccia in modo che il potenziali cliente scelga il vostro prodotto o servizio. L'informatica si evolve molto velocemente e cosi anche le strategie di maketing on-line. La consulenza Web ha lo scopo di consigliare alle aziende quali sono le miglior strategie di digital marketing per essere visibili nel web, ma sopratutto per avere un flusso costante di nuovi clienti.

Chi sono

Sono Alberto Antonelli, consulente informatico, da sempre mi occupo di informatica, ho realizzato e venduto il mio primo software già all'età di 13 anni con grande soddisfazione. Da li, il mondo dell'informatica mi ha sempre affasciato con passione. Ho deciso di intraprendere gli studi seguendo le mie passioni, frequentando l'istituto tecnico ad indirizzo informatico per poi laurearmi in ingegneria informatica e robotica presso il Politecnico di Milano.

Nel 1999-2000 come tesi di laurea ho realizzato il sistema di allarme per la rilevazione di perdite e guasti nella rete del teleriscaldamento di Brescia sfruttando la tecnologia della riflessione di un impulso elettrico, progettando una speciale apparecchiatura che segnali ed individui la presenza di un guasto nella rete con tolleranza di errore ridotta al minimo, con conseguente realizzazione di uno specifico software per la gestione delle apparecchiature e dei guasti riscontrati

Dal 1999 al 2001 durante gli studi ho collaborato come sistemista – programmatore con N.N sistemi. Con particolare riferimento agli applicativi software e manutenzione degli esistenti. Progettazione e configurazione di reti LAN e WAN. Gestione della rete LAN ed interfacciamento con la WAN della BCC alta Valle Trompia, con relativa gestione informatica della sede centrale e delle filiali fornendo un servizio di assistenza completa per tutte le problematiche relativa all’area informatica ed alle interconnessioni con le filiali, realizzazione di un applicativo software per la gestione delle stampe remote. Progettazione e realizzazione di un collegamento point to ponti con la BCC Di Ghedi in maniera criptata e protetta.

Da 2001 al 2008 ho lavorato presso Master House come sistemista programmatore occupandomi di Assistenza clienti e realizzazione di applicativi software con linguaggi Visual Basic 6, VB.NET, C#, AspX, JAVA. Interfacciamento e scambio dati con sistemi AS/400, SQL server, sia con interfaccia windows che via web. Assistenza sistemistica Microsoft,  in particolare Windows 2003 Server. Progettazione e realizzazione di ambienti strutturati in dominio con Active directory, Exchange server. Conoscenza dei principali antivirus centralizzati e sistemi di backup. Progettazione e gestione  infrastrutture di reti LAN/WAN, configurazione Router e Firewall (Hardware/Software),VPN. Progettazione e realizzazione di una grande e complessa  infrastruttura LAN/WAN con più di 50 filiali gestita con dominio Windows 2003 server e linux per Centro Gamma S.p.A e società collegate.

Dal 2008 al 2010

ho lavorato presso la JCN Informatica come sistemista programmatore, gestendo il reparto tecnico informatico, coordinamento del personale, progettazione infrastrutture informatiche aziendali, networking, realizzazione reti wireless, sistemi di telecontrollo, videosorveglianza, progettazione installazione consulenza ed assistenza server, sistemi di backup e sicurezza dei dati intranet internet, progettazione e realizzazione software, integrazione e migrazione dei dati tra diversi sistemi.

Dal 2010 ad oggi sono consulente informatico libero professionista in particolare mi occupo:

  • protezione dei dati con sistemi di crittografia, sistemi di backup e verifica, progettazione e realizzazione infrastrutture aziendali (networking e server), reti wireless a corto medio e lungo raggio.
  • Consulenza e sviluppo web, telefonia con centralini VoIp, videosorveglianza, progettazione e realizzazione software, integrazione software esistenti manipolazione dei dati su sistemi di diversa natura nonché integrazione degli stessi, sviluppo software di integrazione e comunicazione con le macchine operative presenti in azienda.
  • Controlli di sicurezza informatica, per aziende ed istituti bancari.
  • Coordinamento e consulenza con il reparto IT delle aziende.
  • Consulenza tecnologica a 360°

Attualmente il mio parco clienti compre tutti i settori, da commercialisti, avvocati, architetti, aziende manufatturiere, consulenti, aziende di consulenza informatica e coinvolge aziende di spicco in ogni settore.

Mi avvalgo anche di collaboratori esterni per ampliare la gamma dei servizi e per offrire un servizio di qualità superiore.